Mele e meline

Dal 31 Luglio sono entrata in modalità ” mamma 24h “, condizione concordata con il collega architetto XY e sognata da tempo. Un mese intero da dedicare a mia figlia, una micro maternità fino all’inizio del nuovo anno scolastico per compensare le serate e gli innumerevoli weekend dedicati al lavoro. I miei programmi agostani prevedevano lunghe passeggiate con la mia bimba, gite in piscina, picnic al parco o merende con gli amichetti per una intera settimana prima di partire per le sospirate ferie.

Sarà il destino, sarà che qualcuno gufa, ma Giglia non è proprio in formissima (le mamme sanno quanto brutte possano essere le intossicazioni alimentari nei bambini !!). Dal 31 di Luglio.

A parte la preoccupazione di una figlia moribonda, da tre giorni ormai la noia pomeridiana qua regna sovrana insieme al vortice dei bucati con antibatterico. Per fare passare il tempo mi rivolgo a Giglia invitandola ad aprire il  “Grande libro dei labirinti”, (regalo di nonna rossa) che tanto la appassiona. Le chiedo di indicarmi con quale labirinto vorrebbe iniziare, per intrattenerla almeno due ore.

Sarà il destino, sarà che qualcuno gufa, ma Giglia apre il librone proprio a pagina 45.

( pag.45 labirinto intitolato CAOS IN CANTIERE)

Penso che sia un caso, le chiedo gentilmente di aprire il librone su un’altra pagina. Sfoglia, poi ci ripensa e risfoglia fino a pagina 48. Questo!

(pag.48 labirinto intitolato INTRICO IDRAULICO)

Giglia, accidenti, sono in modalità mamma da tre giorni, perchè vuoi farmi ancora pensare ai cantieri? Sono mesi che non dormo serena per questi cantieri, non potremmo fare un qualsiasi altro labirinto? Guarda questo con le tende, questo con i pesci, le stelle, le mucche, le foglie, il bruco e le mele!”.

No. In effetti giorni fa la nonna rossa aveva chiesto a Giglia quale lavoro le sarebbe piaciuto fare da grande. E Giglia ridacchiando aveva risposto che costruirà le case, come la mamma.

Sarà il destino, sarà che qualcuno gufa, ma le mele non cadono mai lontane dall’albero, nemmeno ad Agosto.Così, colleghe e complici, abbiamo combattuto il torpore pomeridiano divertendoci come due matte aprendo il librone a pagina 52.

(pag.52 labirinto intitolato LA CASA DEL MISTERO)

Consiglio contro il tedio estivo, a grandi e piccini,  il librone dei labirinti.

Monza, 02.08.2017

Precedente Coturni Successivo Reflusso da cantiere